Bottega del vino Dolcetto di Dogliani

Logo Dogliani
Foto illustrativa Foto illustrativa Logo Az. Agr. Ferrua Luigi

mappa (googlemap)

L'azienda agricola è a conduzione famigliare, in precedenza intestata al padre Secondo, oggi l'azienda prende il nome del figlio Luigi, produttore trentenne che conduce i cinque ettari interamente dedicati al dolcetto. L'azienda è posta nella frazione Bozzola nel comune di Rocca Cigliè, piccolo comune arroccato in cima alla collina e chiamato "Balcone di Langa" per l'emozionante vista panoramica che offre.
L'attività principale dell'azienda è la viticoltura: si producono esclusivamente uve Dolcetto da cui si ottiene il vino a Denominazione di Origine Controllata "Dolcetto di Dogliani" ed il "Dogliani" DOCG.
La maggior parte delle vigne sono situate su una collina, di proprietà della famiglia dal 1968, posta nel Comune di Clavesana denominata Frairot. Nonostante al momento dell'acquisto l'intero appezzamento fosse coltivato a vigneto, solo una vigna è precedente al 1968 e, grazie alle basse rese, produce uve di ottima qualità. Si sono dovuti eseguire, nel corso degli anni, numerosi interventi di recupero e di rimpianto per la restante parte dei vigneti. Proprio da questi vigneti si produce il classico vino Dolcetto di Dogliani "Frairot", cavallo di battaglia dell'azienda, ottenuto dall'assemblaggio dei diversi vigneti con esposizioni ed età differenti.

torna all'elenco aziende

www.ferruavini.com

Az. Agr. Ferrua Luigi

Frazione Bozzola, 11
12060 Rocca Cigliè (CN)

tel +39 0174.785251
fax +39 0174.551166
cell n.d.

lferrua@tiscali.it

Servizi
Vendita diretta in azienda e degustazioni previo appuntamento telefonico.

Lingue parlate
Inglese, francese.

Persona da contattare
Luigi Ferrua.

 
 

Dolcetto di Dogliani DOC Frairot

IL VINO DOLCETTO di DOGLIANI DOC - FRAIROT

VITIGNO: Dolcetto 100%

SOTTOZONA E VIGNETO CON TIPOLOGIA TERRENO:
Uve prodotte da vigneti siti sulla collina, di proprietà della famiglia dal 1968, posta nel comune di Clavesana e denominata Frairot. Marne calcaree, con esposizione Sud/Est – Sud/Ovest . Altitudine 470m s.l.m.

EPOCA VENDEMMIA:
fine settembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO:
Macerazione per 5/7 giorni a temperature tra 28 e 30 °C con frequenti rimontaggi in vasche di acciaio inox. Svinatura e fine della fermentazione alcolica in 10 giorni circa. Fermentazione malolattica in acciaio. Affinamento in acciaio con assemblaggio in primavera e imbottigliamento.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16 - 18°

CARATTERISTICHE DEL VINO E SUO ABBINAMENTO CON IL CIBO:
Colore: rosso rubino tendente al violaceo, Profumo: vinoso, con succose note di mora matura.
Sapore: asciutto, delicato e gradevole, di buon corpo, armonico , con elegante fraseggio tannico.
Classico vino da accompagnare all'intera e ricca gamma di antipasti piemontesi: carne cruda all'albese, salame crudo e cotto, vitello tonnato,
… e sui primi piatti come tajarin e agnolotti, lasagne, pollame, involtini e spiedini.

NUMERO DI BOTTIGLIE
Bottiglie annue 12000.

VIGNETI

Estensione vigneti per superficie e tipologia di uva piantata: 5 ettari, Dolcetto.

Il cru dell'azienda è
"DOGLIANI GIOIA", Loc. Bozzola – Rocca Cigliè
tipologia di terreno: TUFO – MARNE CALCAREE
uve piantate: DOLCETTO
altitudine ed esposizione: 520m – SUD
forma allevamento delle viti a guyot
età dell'impianto: 9 anni.

ALTRI VINI Nei vigneti posti nel comune di Clavesana si produce il classico vino Dolcetto di Dogliani "Frairot", cavallo di battaglia dell'azienda, ottenuto dall'assemblaggio dei diversi vigneti con esposizioni ed età differenti.
I rimanenti vigneti sono posti sulle colline attorno alla Frazione Bozzola, ove l'azienda a sede.
Da questi si ottiene il Dolcetto di Dogliani "San Bastian", vino più beverino, fresco ed immediato, adatto ad un consumo quotidiano.
Il Dogliani DOCG "Gioia", proviene da una selezione speciale di uve dolcetto, prodotte dalla vigna Gioia sita in cima alla collina dell'azienda. Questo vino viene affinato in parte in botti di legno di rovere, al fine esaltare tutta la sua struttura ed armonia. Viene prodotto sono nelle buone annate. Da sempre, di generazione in generazione, si è tramandata la tradizione di coltivare la vite e vinificare le uve prodotte, ed è per questo motivo che l'azienda si affida ai metodi tradizionali, i più consoni per salvaguardare la tipicità di questo vino.